Il declino dei Parlamenti nell'epoca mediatica

Mai come in questo tempo da più parti si levano voci autorevoli che stigmatizzano l'indebolimento dei Parlamenti nazionali.

Non si tratta di un fenomeno soltanto italiano bensì mondiale, salvo rare eccezioni.

Sorti come espressione di sovranità del popolo, di rappresentanza democratica delle diverse classi sociali, di elaborazione politica, vanno perdendo quel ruolo propulsivo e di garanzia, vanno smarrendo la loro identità costitutiva.

La percentuale delle leggi approvate mostra, senza equivoci, come l'iniziativa dei singoli componenti o quella popolare sia minimale, a favore dell'iniziativa dei Governi.

Nulla di male, spettando ai Governi, nelle competenze delle varie Carte Costituzionali, esprimere l'indirizzo politico e quindi legislativo per condurre in porto tutte quelle misure necessarie per il bene di un popolo, di una nazione.

Vi è un nodo, su cui diversi giuristi si interrogano a livello sovranazionale. . . .

Continua a leggere >>
tag: