Documento digitale a firma multipla

In questi giorni pare mi sia imbattuto in uno problema tecnologico a cui, salvo non mi sfugga qualcosa, gli ideatori delle firme digitali non avevano ancora pensato.
La firma digitale è stata creata per firmare un/il documento, nel senso di uno soltanto. Ma può capitare che all'interno di un documento vi siano molteplici dichiarazioni di volontà.

Cosa accade se mi accingo a firmare un modulo ove mi si richiedono molteplici firme? Il caso di specie era una procura con incorporata dichiarazione e consenso secondo la legge privacy, ma ugualmente e a maggior ragione penso ad un contratto che faccia richiamo, e da sottoscrivere separatamente, alla specifica approvazione delle clausole vessatorie. . . .

Continua a leggere >>

Scrivere del testo dentro un PDF, come si fa?

Con il Processo Civile Telematico dobbiamo quotidianamente fare i conti con i documenti digitali e in quale formato se non in quello oramai universale, presente in ogni macchina da ufficio, comprese le fotocopiatrici scanner, vale a dire il PDF. Questo “Documento in Formato Portabile” (Portable Document Format) è stato creato dalla Adobe System nel 1993, la quale è sempre da ringraziare per aver fatto questo “regalo” al mondo digitale e creato le basi per condividere documenti di testo semplici o complessi che siano, in formato solo testo in bianco e nero, a colori, con immagini, tabelle ecc.

Il PDF è un formato aperto (esente da royalties) e numerose software house hanno creato programmi per scrivere e gestire documenti in tale formato. Ogni PC sicuramente ha installato il lettore della Acrobat, l'Acrobat Reader. E' il più diffuso lettore in assoluto e, oltretutto, gratuito.

Qui non parlo di come creare il .pdf ma di come leggerlo, gestirlo e modificarlo. . . .

Continua a leggere >>

Lavorare in digitale: un nuovo modo di pensare.

La scrivania è sempre stata il “luogo di lavoro” del professionista. Da diverso tempo penso che la trasformazione dell'era digitale in ufficio consista nel passare “dalla scrivania al desktop”.

Ma come si mette in pratica una affermazione del genere? Si sa, fra il dire ed il fare …

 

Proviamo ad esaminare alcuni strumenti necessari al lavoro digitale e al necessario cambiamento dei vecchi comportamenti.

 

Prima di cominciare … un breve sguardo al futuro. . . .

Continua a leggere >>

Il PCT e l'anacronistico diritto di copia su supporto diverso dal cartaceo

Ogni qual volta mi imbatto nella Tabella dei "Diritti di Copia su Supporto Diverso dal Cartaceo" scatta una reazione incerta fra il serio e il faceto, una sorta di visione estemporanea della realtà giudiziaria, puro surrealismo burocratico, tanto che mi spingo a scriverne un post.

Cosa sia il diritto di copia è noto: un diritto da pagare in marche da bollo per l'opera prestata per la produzione delle fotocopie, vale a dire il rimborso dovuto allo Stato per avere occupato un impegato delle cancellerie a fare fotocopie . . .

Continua a leggere >>