Il professionista non puo' utilizzare la CEC-PAC al posto della PEC

Brunetta in qualità di ministro si era preoccupato di assegnare una casella di posta certificata gratuita ad ogni cittadino per le comunicazioni alla e dalla pubblica amministrazione. Alcuni professionisti o imprenditori hanno tentato di utilizzare quella casella quale casella ufficiale per la comunicazione alla camera di commercio o agli ordini professionali, insomma quanto poi doveva essere girato per l'iscrizione all'INI-PEC.

Ma facciamo subito un po' di chiarezza perché le sigle cambiano.
Quella prevista dal ministro Brunetta si chiama CEC-PAC. CEC-PAC è l’acronimo di “Comunicazione Elettronica Certificata tra Pubblica Amministrazione e Cittadino”. . . .

Continua a leggere >>

Quando il Documento Originale rimane in Analogico.

Con l'art 23 ter del Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs. 82/2005) al comma 3 si era prevista la conservazione dei documenti in formato digitale con l'eliminazione, quindi, del supporto cartaceo.

Più esattamente, il comma 3 dell’articolo 23 ter CAD, dispone che “le copie su supporto informatico di documenti formati dalla pubblica amministrazione in origine su supporto analogico ovvero da essa detenuti, hanno il medesimo valore giuridico, ad ogni effetto di legge, degli originali da cui sono tratte, se la loro conformità all'originale è assicurata dal funzionario a ciò delegato nell'ambito dell'ordinamento proprio dell'amministrazione di appartenenza, mediante l'utilizzo della firma digitale o di altra firma elettronica qualificata e nel rispetto delle regole tecniche stabilite ai sensi dell'articolo 71; in tale caso l'obbligo di conservazione dell'originale del documento è soddisfatto con la conservazione della copia su supporto informatico”. . . .

Continua a leggere >>