PCT: depositare un atto senza consolle

Qualche collega mi chiede in questi giorni come mi regolo con il deposito telematico degli atti. Ho notato che vi è una lamentela generalizzata sul funzionamento della "Consolle Avvocato" e sugli altri software creati per il deposito telematico degli atti. Qualcun altro, invece, che ho sentito, aveva da depositare per la prima - e forse anche l'ultima - volta un atto, come il caso di qualche CTU o in genere ausiliari del giudice.

Ciò che emerge è che, nella sostanza, tutti ignorano cosa significhi depositare un atto sembrando che i software dedicati compiano chissà quale magia. . . .

Continua a leggere >>

Ma le cancellerie come fanno a zippare i file del PCT?

Un breve post per segnalare una prassi di cancelleria che mi lascia perplesso.

Ormai non posso più fare a meno di andare a verificare il "peso" in kilobyte dei files che la cancelleria mi invia, verificando il "prima" e il "dopo" lo scompattamento del file .zip.

Come è noto le comunicazioni di tutti gli atti del processo vengono oramai effettuate da parte della cancelleria via PEC. Gli atti vengono sempre sottoposti a procedimento di compressione e il file che ne deriva è un file .zip. . . .

Continua a leggere >>

Documento digitale a firma multipla

In questi giorni pare mi sia imbattuto in uno problema tecnologico a cui, salvo non mi sfugga qualcosa, gli ideatori delle firme digitali non avevano ancora pensato.
La firma digitale è stata creata per firmare un/il documento, nel senso di uno soltanto. Ma può capitare che all'interno di un documento vi siano molteplici dichiarazioni di volontà.

Cosa accade se mi accingo a firmare un modulo ove mi si richiedono molteplici firme? Il caso di specie era una procura con incorporata dichiarazione e consenso secondo la legge privacy, ma ugualmente e a maggior ragione penso ad un contratto che faccia richiamo, e da sottoscrivere separatamente, alla specifica approvazione delle clausole vessatorie. . . .

Continua a leggere >>

Vietati gli scherzi telefonici: intervento del Garante Privacy

Il Garante per la protezione dei dati personali è intervenuto per un fatto di rilievo nazionale, censurando uno "scherzetto" di cattivo gusto consumato da un imitatore ai datti un famoso personaggio politico.

Il caso era quello che ha visto coinvolto Fabrizio Barca, contattato da un "falso" Nichi Vendola, un imitatore, e poi trasmesso in una famosa trasmissione radio. Barca ha chiesto all'autorità garante della privacy di intervenire ordinando la cancellazione della telefonata dal sito della radio, ottenendo il provvedimento richiesto. . . .

Continua a leggere >>

Acquisto di PC con sistema operativo e diritto al rimborso del software non accettato

La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 19161 del 11/09/2014, conferma le sentenze del Giudice di Pace e del Tribunale di Firenze che avevano condannato la società produttrice e venditrice di computer a rimborsare all'acquirente di un notepad il prezzo del sistema operativo ivi pre-installato (con licenze cosiddette OEM).

Il caso ha laciato perplessa la grande società produttrice/venditrice visto che gran parte delle macchine computer vengono vendute con questa formula. Tanto che era ricorsa fino alla Corte di Cassazione nella speranza di vedere mutato indirizzo. . . .

Continua a leggere >>